domenica 1 dicembre 2019

Gli eventi previsti a Pescara nel mese di dicembre 2016 (in collaborazione con IlPescara.it)

1. Negrita - Piazza Salotto, 31 dicembre
2. MerQury Tribute band - Teatro Massimo, 1° dicembre
3. ‘Michele Cascella tra de Pisis e Utrillo’ - Museo Paparella, fino al 18/12
4. Paolo Russo - Aurum, 3 dicembre
5. Nino Frassica - Teatro Massimo, 2/3 dicembre
6. 15 Step (Radiohead Tribute) - Birrificio Desmond, 2 dicembre 
7. Erica Mou - Museo Genti, 1 dicembre
8. Hangover - Grand Canyon, 2/12
9. Unici (tribute Nek) - Rider’s Café, 2 dicembre
10. Mostra Ornitologica Nazionale ‘Città di Pescara’ - Porto Turistico, 2/4 dicembre
11. Paul Karasik presenta 'Città di vetro' - Feltrinelli, 2 dicembre 
12. Laura Bortolotto - Teatro Massimo, 2 dicembre
13. “Elogio della vecchiaia” - Florian Espace, 2 dicembre
14. "Mise en Espase. Non piegarti mai, al Massimo fai un Gran Pliè" - MagFest, 2 dicembre
15. "Aspettando Babbo Natale" - Libreria Feltrinelli, 4 dicembre
16. ‘Emily, il giardino nella mente’ - Spazio Matta, 3 dicembre
17. ProSatira Festival - Caffè Letterario, 2 dicembre
18. “Natale Fatto a Mano” - Craftlab, 3/4 dicembre
19. Venerdì di gusto - Museo Genti, 2 dicembre 
20. Finale di “Amici del Viandante” - Auditorium Petruzzi, 3 dicembre  

domenica 17 novembre 2019

Cicci Santucci, un musicista frentano... d'Oro

Cicci Santucci (foto) è un grande compositore e trombettista di origini frentane. Quest'anno ha compiuto 80 anni. Esattamente un decennio fa gli è stato conferito il “Frentano d'oro 2009”, in occasione della XII edizione della manifestazione.

L'ambito riconoscimento (una scultura gioiello realizzata su bozza di Mario Ceroli) viene assegnato annualmente agli oriundi frentani ancora in vita che abbiano dato lustro al loro nido natio. La cerimonia di consegna, promossa dall'associazione "Il Frentano d'oro", si tene come consuetudine presso il teatro comunale "Fedele Fenaroli" di Lanciano.

La premiazione non fu preceduta da una relazione per dare più spazio alla musica di Santucci, che suonò accompagnato da Riccardo Biseo al pianoforte, Giorgio Rosciglione al contrabbasso, Gegè Munari alla batteria ed Enzo Scoppa al sax.

Con Cicci Santucci vennero idealmente ripercorse le gloriose gesta dell’associazione “Amici del Jazz”, che negli anni ’80 ha rappresentato – per Lanciano e non solo – un indubbio punto di riferimento in materia di jazz di qualità. Proprio nell’ambito di quella irripetibile stagione, ci fu anche Santucci tra le numerose star che si esibirono al Wampum Club. Qualche nome: Romano Mussolini, Carlo Loffredo, Harry Sweet Edison Quartet, Lino Patruno, Lelio Luttazzi e Nicola Arigliano.

giovedì 10 ottobre 2019

Wind Tre accelera con la fibra ultraveloce: raggiunta L’Aquila

L’operatore tlc porta nla rete FTTH fino 1 Gigabit di Open Fiber​
Wind Tre continua ad estendere la connettività ultraveloce sul territorio italiano e raggiunge anche L’Aquila, città d’arte e di cultura, oltre che primario polo di ricerca scientifica e rinomata sede universitaria. I servizi in fibra fino 1 Gigabit di Open Fiber sono disponibili direttamente nelle aziende e nelle abitazioni dei cittadini aquilani, grazie alla tecnologia Fiber To The Home (FTTH).

Wind Tre e Open Fiber, dopo aver già collegato numerose località italiane, con la presenza a L’Aquila ampliano la copertura in fibra dell’Abruzzo, attraverso un’infrastruttura che garantisce il massimo delle performance in navigazione e supporta un’elevata velocità di connessione, fino a 1 Gigabit al secondo.      

La linea ultraveloce di Wind Tre è attivabile con le nuove soluzioni convergenti “Super Fibra” che offrono il servizio ‘Super Wi-Fi’ a casa e, nell’offerta a brand Wind, prevedono una linea fissa in fibra FTTH e 100 Giga per gli smartphone di tutta la famiglia, mentre con il brand 3, oltre alla fibra FTTH, includono Giga illimitati da smartphone.
Wind Tre supporterà il lancio della fibra ultraveloce nel capoluogo abruzzese con una campagna di comunicazione e con materiale dedicato riservato ai negozi Wind e ai 3Store della città.

sabato 31 agosto 2019

Terremoto, Berlusconi: "Il ritardo accumulato non è da Paese civile"

"A Conte abbiamo sottoposto le nostre priorità programmatiche a partire dall'emergenza terremoto. il ritardo accumulato non è da Paesi civili. Il futuro governo, se nascerà, ha il dovere morale di dare risposte concrete alle popolazioni colpite". Lo ha dichiarato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

"Noi per un anno e mezzo avevamo sospeso ogni prelievo fiscale e contributivo. Avevamo ridotto ogni imposta del 40% e lavorato per dare un tetto stabile, sicuro, confortevole a chi aveva perso la casa e per avviare la ricostruzione. Quella stessa ricostruzione che i successivi governi della sinistra hanno lasciato impantanare. Quanto accade oggi in Italia, nell'Italia colpita dal terremoto, è dolorosamente evidente". Così Berlusconi su Tgcom24 nel giugno 2017.

"Noi - ha proseguito - avevamo abolito sia le imposte sulla casa, sia quelle sulle donazioni, sia quelle sulle successioni per tutti italiani. Ci è sempre apparso come immorale e inaccettabile mettere le mani anche su quel gruzzolo che un padre e una madre abbiano messo da parte dopo una vita di lavoro e che intendano lasciare ai propri figli e ai propri nipoti. Su quel gruzzolo lo stato mette già le sue mani al momento della realizzazione dei loro guadagni. Questo vale a maggior ragione per coloro che sono stati colpiti dal terremoto".

"Ho ricevuto un messaggio questa mattina di una sopravvissuta al terremoto di Amatrice. Questo messaggio dice: nulla di concreto è ancora stato fatto, le nostre case sventrate sono ancora lì insieme alle macerie. Molti anziani malati non sanno dove andare. Parlando con amici agricoltori che sono ancora in container, non in casette come altri vogliono far credere, mi è stato detto che il lavoro svolto da Lei e da Bertolaso all'Aquila è stato veramente eccezionale, assolutamente non confrontabile con il nulla che questo governo ha svolto qui da noi", ha concluso Berlusconi.

lunedì 12 agosto 2019

Il Prog anni ’70 protagonista di una serata epocale a Francavilla al Mare


Il Blubar Festival di Francavilla al Mare ha chiuso la sua sedicesima edizione con numeri record: la risposta del pubblico è stata strepitosa in ognuna delle quattro serate andate in scena sul palco di Piazza Sant’Alfonso.

La scelta di dare spazio a generi musicali diversi fra loro alla vigilia era sembrato un azzardo invece si è rivelata una scommessa vinta alla grande dagli organizzatori.
La serata inaugurale “Prog Italia Collection Party”, dello scorso 7 agosto, rimarrà un avvenimento epocale che ha segnato per sempre la storia del Prog Italiano.

sabato 10 agosto 2019

Si conclude la sedicesima edizione del Blubar Festival con Bohemian Symphony The Queen Orchestra


Il Blubar Festival di Francavilla si conclude oggi (10 agosto) con una serata decisamente da non perdere: la Bohemian Symphony Orchestra - The Queen Orchestra, ensemble di 40 artisti, riproporrà i più grandi successi della leggendaria band di Freddie Mercury.
Un omaggio unico e particolare: sarà una vera e propria opera rock per voci ed orchestra, due ore di grande musica e spettacolo nel quale la musica sinfonica sarà accompagnata da proiezioni video e live camera show.

Un narratore, quattro cantanti, una rock band, acrobati e soprattutto un’Orchestra Sinfonica ripercorreranno la lunga carriera dei Queen, uno di gruppi che più ha segnato la storia del rock mondiale. “Bohemian Symphony” è stato scritto da Giacomo Vitullo e diretto dal maestro Luca Bagagli.

venerdì 9 agosto 2019

Terza serata al Blubar Festival di Francavilla al Mare con Roberto Vecchioni e Francesco Baccini

Dopo il grande successo di pubblico delle prime due serate, il Blubar Festival di Francavilla al Mare oggi 9 agosto ospiterà un altro doppio evento dedicato alla Canzone d’Autore Italiana. Sul palco di Piazza Sant’Alfonso saliranno prima Francesco Baccini e poi Roberto Vecchioni.

Cantautore molto originale, irriverente ed istrionico della scuola genovese, Francesco Baccini esordisce discograficamente nel 1989 con l’album “Cartoons” vincendo subito la Targa Tenco. Il suo secondo lavoro, “Il pianoforte non è il mio forte”, contenente il singolo “Le donne di Modena”, lo proietta ancora di più all’attenzione di critica e pubblico. Nel 1990 vince il Festivalbar in coppia con i Ladri di Biciclette grazie alla celeberrima “Sotto questo sole”.

Nel 1992 pubblica il suo lavoro più forte e particolare, “Nomi e Cognomi” che diventa un grandissimo successo commerciale grazie anche alla sua sferzante satira politica e all’ironia con la quale i vari personaggi nominati nel disco vengono trattati. Nel 1993 è la volta di un altro bellissimo disco, “Nudo” che contiene uno dei classici del repertorio di Baccini, “Ho voglia di innamorarmi”. Il cantautore ligure consolida poi la sua fama e popolarità grazie a lavori di ottima fattura quali “Baccini a Colori” (1996), “Nostra Signora degli Autogrill” (1999), “Forza Francesco!”(2001), “Stasera a Teatro!” (2005), “Fra .. gi .. le” (2006).

Nel 2007 esce “Dalla parte di Caino”, che ottiene la menzione speciale per il valor musical-letterario al Premio Lunezia. Nel 2008 nasce la collaborazione con Povia che porta al progetto “Uniti”, singolo e video clip contenuti in un mini album. I due pubblicano insieme anche l’album “Uniti duemilacinqueduemilaotto”. È però “Baccini canta Tenco” a riportare Francesco Baccini agli albori degli esordi: con il disco vince infatti la sua seconda Targa Tenco e di nuovo il Premio Lunezia. Il cantautore fa rivivere le magiche atmosfere di Luigi Tenco con grande maestria sia nel disco che nel tour dal quale esso è tratto e pubblico e critica lo premiano.

giovedì 8 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare: seconda serata con Peppino Di Capri e Sergio Caputo

Prima delle due serate dedicate al cantautorato italiano oggi, 8 agosto, al Blubar di  Francavilla al Mare: sul palco di Piazza Sant’Alfonso saliranno Sergio Caputo e Peppino Di Capri.
Due mondi musicali sicuramente diversi fra loro, ma che racchiudono pagine importantissime della storia della nostra musica.
Sergio Caputo è uno dei più originali e istrionici cantautori degli ultimi decenni. Il grande successo per lui arriva con l’album “Sabato Italiano” nel 1983, bissato poi l’anno successivo da “Italiani Mambo” vero tormentone estivo. Dopo la pubblicazione di “No Smoking” giunge puntuale anche il suo primo disco live “Ne approfitto per fare un po’ di musica” che lo riporta ancora una volta in vetta alle classifiche grazie anche al singolo “Il Garibaldi innamorato”  con il quale partecipa al Festival di Sanremo. Nel 1988 esce “Storie di whisky andati” contenente “Non bevo più tequila”.

mercoledì 7 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare, prima serata nel segno del Prog

Parte oggi (7 agosto) a Francavilla al Mare la sedicesima edizione del Blubar Festival, e sarà un inizio col botto con una serata imperdibile per gli appassionati della buona musica. “Prog Italia Collection Party”: il nome già la dice tutta su quello che sarà il concerto.

Sul palco, accompagnati da una grande Orchestra Sinfonica diretta dal Maestro Leonardo Quadrini, saliranno gli eroi del Prog Italiano degli Anni ‘70, tutti quelli che hanno scritto la storia di un periodo d’oro ed irripetibile per la nostra musica che veniva esportata anche nel mondo da maestri assoluti del genere che si ritroveranno insieme questa sera a Francavilla al Mare per un evento definito, nella conferenza stampa di presentazione, unico nel suo genere in Italia e forse anche in Europa.

In una sola sera proporranno i loro cavalli di battaglia:
  • Vittorio De Scalzi, fondatore dei New Trolls
  • Bernardo Lanzetti, nella PFM dal 1975 al 1978 e poi negli Acqua Fragile
  • Filippo Destrieri, storico musicista di Franco Battiato
  • Aldo Tagliapietra, voce storica de Le Orme
  • Patrizio Fariselli degli Area
  • Lino Vairetti degli Osanna
  • Enzo Vita del Rovescio della Medaglia 
  • Paolo Sentinelli con un omaggio all’indimenticabile voce del Banco del Mutuo Soccorso, Francesco Di Giacomo
All’interno della serata ci sarà anche un altro omaggio al grande maestro e Premio Oscar Luis Bacalov. Il direttore di Prog Italia, Guido Bellachioma, ha parlato di “Festival nel Festival” ed è proprio vero: ritrovare tanti grandi nomi del Prog italiano e mondiale su uno stesso palco non è cosa da tutti i giorni, e succederà proprio a Francavilla al Mare. Siamo sicuri che sarà un live indimenticabile che farà a lungo parlare di sé.

Piero Vittoria

lunedì 5 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare: presentata la sedicesima edizione che si terrà dal 7 all’11 agosto

di Piero Vittoria

Presentata stamane a Francavilla al Mare la sedicesima edizione del Blubar Festival. Come ogni anno ricchissimo il programma che si svolgerà dal 7 all’11 agosto in Piazza Sant’Alfonso.
La serata inaugurale del 7, “Prog Collection Party”, già dal nome focalizza l’attenzione degli appassionati del genere: saranno sul palco gli eroi dell’irripetibile epoca d’oro del Prog Rock italiano degli Anni ’70, da Vittorio De Scalzi dei New Trolls, a Bernardo Lanzetti nella PFm dal 1975 al 1978 e Acqua Fragile, Filippo Destrieri, storico musicista di Franco Battiato, Aldo Tagliapietra voce storica de Le Orme, Patrizio Fariselli degli Area, Lino Vairetti degli Osanna, Enzo Vita del Rovescio della Medaglia e Paolo Sentinelli con un omaggio all’indimenticabile voce del Banco del Mutuo Soccorso, Francesco Di Giacomo. All’interno della serata anche un omaggio a Luis Bacalov.

L’8 sarà la volta della Canzone d’Autore: prima si esibirà Sergio Caputo, a lungo corteggiato dagli organizzatori del Blubar Festival, e poi il grande Peppino Di Capri.
Ancora Canzone d’Autore il 9 agosto con altri due grandi nomi, l’istrionico e irriverente Francesco Baccini e il Professore Roberto Vecchioni.
Il 10 si chiude con un concerto interamente dedicato alla musica dei Queen: la leggendaria band del mai dimenticato Freddie Mercury sta vivendo una nuova stagione d’oro grazie al film biopic campione d’incassi,“Bohemian Rhapsody”, che ne ha rilanciato le vendite e la popolarità in tutto il mondo.
Sul palco saliranno una grande orchestra, quattro cantanti ed un gruppo rock che faranno rivivere la magia dei Queen.

Entusiasta di questa edizione Maurizio Rapino, mente e anima del Blubar Festival da sempre.

domenica 12 maggio 2019

PIANO REGIONALE DELLA RETE DISTRIBUTIVA DEL COMMERCIO, FEBBO: "STRUMENTO STRATEGICO PER LA NOSTRA ECONOMIA REGIONALE"

“Redigere immediatamente il Piano regionale di programmazione della rete distributiva del Commercio, definire i nuovi criteri di pianificazione territoriale e urbanistica riferiti al settore commerciale e quindi stabilire le modalità per l’insediamento delle attività al fine di rendere omogenei ed uniformi gli interventi di programmazione comunale”.

A comunicarlo è l’Assessore regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo a margine della Giunta regionale dove si è deliberato con apposito atto l’incarico per la redazione di questo importante strumento.

“E’ indispensabile – sottolinea Febbo – che l’Abruzzo possa avere in tempi certi e ragionevoli uno strumento fondamentale, strategico e indispensabile qual è il Piano regionale di programmazione del Commercio. Con il nuovo Piano bisogna cogliere l’obiettivo di aprire una nuova fase per il settore del Commercio ed invertire la rotta attraverso una risposta concreta agli operatori del settore, soprattutto accogliendo le esigenze dei piccoli commercianti e mettere un freno alla crescita smisurata, a seguito della liberalizzazione della Legge Bersani, delle grandi superfici di vendita nella nostra regione. Per questo motivo, ed altri, avvieremo un serio confronto con le varie realtà affinché i singoli Comuni possano adottare atti di programmazione, criteri e modalità per la pianificazione delle attività commerciali al fine di rendere omogenei ed uniformare gli interventi di programmazione comunale. Quindi è urgente approvare questo importante strumento per dare una risposta concreta ad un settore che oggi soffre più di altri gli effetti della crisi economica”.

Per avviare questo nuovo processo di programmazione del commercio e redigere un nuovo Piano articolato e strutturato la Regione ha chiesto la collaborazione, a titolo gratuito, dell’Arch. Sorgi viste le sue specifiche esperienze professionali in pianificazione urbanistica e territoriale. Nello specifico l’Arch. Sorgi, dirigente di ruolo della Regione Abruzzo attualmente in distacco, ha avuto ampie e importanti esperienze lavorative come Direttore Regionale, progettazione e redattore di diversi Piano regolatori di Città importanti, redattore del Piano Regionale Paesistico e diversi altri incarichi su progetti comunitari e con le amministrazioni pubbliche.

venerdì 26 aprile 2019

Francesco Renga, firmacopie di “L’altra metà” al Centro d'Abruzzo

Francesco Renga (foto) torna in Abruzzo per un firmacopie al Centro d'Abruzzo di San Giovanni Teatino, in programma venerdì 3 maggio.

I fan potranno farsi una foto con il cantautore bresciano e ottenere l'autografo sulla propria copia del nuovo disco "L'altra metà", uscito il 19 aprile.

Attualmente è in radio il singolo “L’odore del caffè”. Scritto da Ultimo, è un brano che racconta di sentimenti e stati d’animo con un linguaggio semplice e diretto nonchè una grande intensità emotiva e vocale.

sabato 16 marzo 2019

Serie B: Pescara-Cosenza 1-1, la cronaca della partita


E' giusto sottolinearlo: è stata una partita veramente brutta, giocata mollemente soprattutto dai padroni di casa. Ma in questi casi, come si suol dire, conta esclusivamente il risultato. Pescara e Cosenza hanno pareggiato 1-1 allo stadio Adriatico "Giovanni Cornacchia" ieri sera nell'anticipo del venerdì della 29esima giornata del campionato di Serie B.

Tutti nel secondo tempo i goal che hanno deciso il match, disputato tra grande nervosismo. Ospiti in vantaggio con Tutino al 9' della ripresa, i padroni di casa impattano con Scognamiglio pochi minuti dopo, per la precisione al 13'.

Insomma, una partita che è stata sostanzialmente decisa nella seconda frazione di gioco, e in appena cinque minuti, dal momento che i calabresi - come detto - sono andati in vantaggio al 54' con una rete di Tutino, e il pareggio è arrivato dopo appena quattro minuti ad opera di Scognamiglio. Un risultato che consente ai biancazzurri di Bepi Pillon (reduci dalla batosta di Cittadella) di agganciare momentaneamente il Verona al terzo posto con 45 punti, in piena zona playoff.

Punto prezioso quello conquistato anche dal Cosenza, che sale a quota 34 punti e vede la salvezza sempre più vicina. Dopo l'anticipo, la 29esima giornata del campionato di Serie B continua oggi con tutte le altre sfide in calendario, dopo di che ci sarà una sosta e le squadre torneranno in campo soltanto il prossimo 31 marzo. Nello specifico, il Pescara andrà a fare visita al Lecce.

lunedì 11 marzo 2019

Turismo, Febbo: "Entriamo nel vivo del piano del commercio"

Vertice tra il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e l'assessore alle Attivita' produttive, Turismo e Spettacolo, Mauro Febbo sulle priorità delle diverse deleghe.

"C'è il bisogno di entrare nel vivo nel Piano del commercio e definire le strategie di azioni. Incontreremo associazioni di categoria, amministratori locali e tutti i soggetti coinvolti. È una priorita' che si sviluppera' nel tempo, ma su cui bisogna iniziare a lavorare sin da subito". Venerdi', invece, e' in programma un incontro con i presidenti degli enti partecipati della Regione Abruzzo e cioe' Fira, Arbuzzo Sviluppo, Arap e Consorzio Industriale.

Tra le priorita' individuate, quella di riperimetrare le Zes: "È stato tutto fatto con ritardo come solo per far vedere che era stato fatto, ma ora dobbiamo recuperare il tempo perduto". E poi verificare i fondi comunitari a disposizione: "Registriamo una spesa pari a zero. Bisogna capire quali bandi sono stati fatti e quali no. Ci lavoreremo gia' da mercoledi' con il primo incontro del Comitato di Sorveglianza". Necessario poi far ripartire il turismo.

"Giovedi' - annuncia Febbo - sarò a Roma alla conferenza degli assessori sul tema. Conferenza da me convocata. Il presidente mi ha chiesto e io sono d'accordo, di ridurre il numero delle Dmc e di cambiare la loro mission. Devono essere produttrici di turismo - dice Febbo - devono portare contratti di attrattiva. Dobbiamo smetter di andare alle fiere a fare solo sfilate. Siamo assenti sulla promozione. Si lavorera' anche sulle piattaforme informative".

Infine la cultura: "Le associazioni culturali e gli istituti devono sapere all'inizio dell'anno quali sono le risorse a loro disposizione, non possono saperlo alla fine. Va aperto un nuovo tavolo di confronto con i grandi imprenditori abruzzesi e le grandi fondazioni: ci devono aiutare ad investire in cultura. Siamo convinti che riusciremo a coinvolgerli perche' la cultura ha si' un costo, ma un costo che ha ricadute importanti sotto molti altri aspetti e sono quelli su cui vogliamo puntare".

venerdì 22 febbraio 2019

Luciano D’Alfonso Presidente della Bilaterale Interparlamentare Italia–Paesi Balcanici

Il Senatore Luciano D’Alfonso (Pd) è stato nominato dall’Unione Interparlamentare quale Presidente della Sezione Bilaterale di Amicizia Interparlamentare Italia – Paesi Balcanici. La Sezione Bilaterale opererà, in raccordo con la Presidenza dell’Unione Interparlamentare, per consolidare i rapporti di amicizia e di collaborazione tra il Parlamento italiano e quelli di Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Macedonia e Montenegro.

I Paesi Balcanici rappresentano un’area di interesse per l’Italia sotto il prof ilo politico e della sicurezza. Importante è la forte presenza dell’Italia in queste regioni a livello economico. L’Italia è, in particolare, il primo Paese importatore del Kosovo. Diverse aziende italiane hanno inoltre deciso di investire in quest’area in diversi settori , tra i quali Terna e A2A in Montenegro nel settore energetico, Conad in Kosovo nel settore della GDO. Significativa la presenza di Istituti di Credito italiani in quest’area.

Il Senatore D’Alfonso ha inviato a tutti i Parlamentari italiani una nota con la quale manifesta l’intenzione di formare un gruppo composto dai 5 ai 12 membri che costituiranno la Sezione da lui presieduta, nel rispetto della consistenza numerica di ciascun Gruppo Parlamentare. Attraverso questo organismo, intende promuovere e favorire le più opportune iniziative atte a migliorare i rapporti che l’Italia intrattiene con gli Stati Balcanici, a livello economico, sociale e politico.

martedì 5 febbraio 2019

Tony Hadley a Sanremo 2019 con Arisa in attesa del nuovo album

Tony Hadley sarà venerdì 8 febbraio sul palco della 69esima edizione del Festival di Sanremo, per un duetto con Arisa - in gara con il brano “Mi sento bene” - e con la coreografia dei Kataklò.

Tony Hadley, conosciuto in tutto il mondo come ex degli Spandau Ballet, pubblicherà nel 2019 il suo attesissimo album da solista, e tornerà in Italia con un nuovo tour in partenza quest’ estate.

Tony Hadley, nato e cresciuto a Londra, pensava che il suo futuro fosse in medicina fino a quando, da ragazzo, vinse una gara di canto e decise che la sua vocazione era cantare... Il resto è storia!

Tony ha continuato a guidare la band degli Spandau Ballet, guadagnandosi l'encomio di essere uno dei più grandi cantanti della musica pop. La band ha avuto numerosi singoli e album di successo in tutto il mondo, tra i quali l'epico "Through the Barricades", il numero uno internazionale "True", e il tema non ufficiale delle Olimpiadi di Londra "Gold".

Verso la metà degli anni '80, nonostante fossero superstar mondiali, le relazioni si incrinarono e la band si sciolse nel 1990. Dopo due reunion ben documentate, che hanno generato il film rockumentary acclamato dalla critica "Soulboys of the Western World", Tony ha lasciato definitivamente la band, per tornare alla sua carriera solista di successo, scrivendo, registrando e esibendosi.

martedì 8 gennaio 2019

Roberto Gatto meets Daniele Sepe: "Cronosisma" all'Auditorium Sirena

Venerdì 18 gennaio alle ore 21, nell'Auditorium Sirena di Francavilla al Mare, appuntamento con "Cronosisma". Sul palco Daniele Sepe (sax e flauto), Roberto Gatto (batteria, foto), Tommy De Paola (piano e tastiere) e Pierpaolo Ranieri (basso). Info: 328/4699263, dalle 17 alle 20. Biglietteria: Foyer Palazzo Sirena.

Due forti personalità del jazz “made in Italy”, il sassofonista e flautista Daniele Sepe e il batterista Roberto Gatto, si incontrano per dare vita a una nuova avventura musicale in quartetto. Il progetto si chiama Cronosisma ed è mutuato dal romanzo delle scrittore americano Kurt Vonnegut.

Un racconto, il libro, tra satira e fantascienza, che mette insieme personaggi improbabili ma che centra la sua narrazione su un evento catastrofico: un “cronosisma”, nel quale l’universo ha una crisi di autostima e decide di interrompere la sua espansione e tornare indietro di dieci anni.

Allo stesso modo, questo quartetto, a cui si aggiungono Tommy De Paola al piano e Pierpaolo Ranieri al basso, come in un sisma temporale viaggia la linea del tempo della musica improvvisata, afro americana ed europea, classici del jazz, incursioni nel rock e trasmigrazioni nella musica world.