martedì 31 luglio 2018

Nada e Gino Paoli al Blubar Festival a Francavilla al Mare

Serata d’autore la quarta del Blubar Festival: sul palco di Piazza Sant’Alfonso questa sera, 31 luglio, si esibiranno Nada e Gino Paoli.

Gino Paoli ha abbracciato varie generazioni dall'alto dei suoi quasi sessant'anni di carriera (ricordiamo i suoi primi 45 giri pubblicati nel 1969, "La tua mano", "Non occupatemi il telefono", "Senza parole", "Sassi"). Nel suo libro "Noi due, una lunga storia", pubblicato nel 2004, così lo stesso Paoli descrive la sua lunga carriera: "La mia carriera di cantautore è stata una battaglia dall'inizio alla fine, nel senso che non ho mai concesso niente, non mi sono mai venduto, non ho mai tentato di avere qualcosa che non mi spettasse, non ho mai cercato di ottenere qualcosa con altri mezzi se non con ciò che scrivevo e cantavo, neanche un sorriso facevo per paura che sembrasse una maniera per vendermi. Io voglio essere amato per quello che sono, non per quello che sembra".
Paoli salirà sul palco del Blubar Festival per proporre un live molto particolare e d’atmosfera a testimonianza della sua costante voglia di cambiamento e sperimentazione.
Negli ultimi anni infatti il cantautore ha legato il suo nome spesso ad interessanti progetti jazz collaborando con tanti nomi della scena musicale italiana. E in quest’estate 2018 Paoli porta in tour il suo nuovo spettacolo “Paoli canta Paoli” che lo vedrà appunto a Piazza Sant’Alfonso in compagnia di tre grandissimi nomi del jazz nostrano, Rita Marcotulli (pianoforte), Alfredo Golino (batteria) e Ares Tavolazzi (contrabbasso). Il trio di musicisti, denominato Tri(o)Kàla, lo affiancherà per ripercorrere le tappe più importanti della sua lunghissima carriera.
Non mancheranno ovviamente successi epocali quali “Sapore di sale”, “Senza fine” e “Che cosa c'è”, ma sarà l’occasione per vedere un ennesimo lato artistico del cantautore.

Questi i costi di biglietti per la serata:
1°settore: € 25,00 + € 2,00 prevendita
2°settore: € 15,00 + € 2,00 prevendita

lunedì 30 luglio 2018

Gli Stadio e gli Statuto al Blubar Festival il 30 luglio

Altra grande serata al Blubar Festival con il doppio concerto degli Statuto e gli Stadio, due mondi musicali certamente un po’ lontani fra loro, ma questo ancora una volta dà merito agli organizzatori del festival sempre aperti a spaziare sempre nel segno della buona musica.
Gli Statuto sono la storia dello Ska italiano e sono già pronti ad infiammare il pubblico abruzzese. Formatisi nel 1983, prendono il nome dalla piazza torinese dove si ritrovano i Mods.
Per loro il grande successo e la notorietà arriva nel 1991 quando si presentano al Festival di Sanremo con “Abbiamo vinto il Festival di Sanremo” pubblicando poi il loro disco forse più famoso, "Zighidà". Fra i loro album più riusciti quello del 1999, “Riskatto”, che contiene una serie di cover in italiano di brani storici del primo periodo ska di band celeberrime quali Madness, The Specials e Bad Manners. Negli anni successivi escono altri ottimi lavori discografici fino agli ultimi, “Undici” (2011), “Un giorno di festa” (2013), “Modernismo d’azione” (2014), “Amore di classe” (2016).
Nel 2017 ripubblicano “Zighidà” a distanza di venticinque anni dalla sua uscita, in doppio cd con 18 brani rimasterizzati e 18 registrati live in un concerto del 1992.

Piero Pelù “rocka” il Blubar Festival di Francavilla al Mare

Pubblico in delirio per Piero Pelù al Blubar Festival di Francavilla al Mare: tantissima gente è accorsa in Piazza Sant’Alfonso per ascoltare il concerto del rocker e leader dei Litfiba che non ha tradito le attese confermando ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno, di essere lui il vero ed incontrastato “Dio del Rock italiano”.
Da segnalare in apertura di serata un'adrenalinica performance di Willie Nile: il cantante, compositore e chitarrista statunitense, forse non conosciutissimo ai presenti, ha saputo canzone dopo canzone conquistarsi la piazza con una scaletta a tutto rock uscendo alla fine da vero trionfatore fra gli applausi scroscianti. Grande protagonista anche la sua band, assolutamente favolosa.
Nile ha eseguito brani dai suoi album, ma ha deliziato la platea anche con due granitiche versioni di Sweet Jane, dedicata all'amico Lou Reed , e Blowin' in the wind di Bob Dylan.
Tutti però attendevano Piero Pelù che ha ripagato i suoi “ragazzacci” con un live tiratissimo grazie anche al supporto dei suoi fidi Bandidos (Giacomo Castellano alla chitarra, Luca Martelli alla batteria e Ciccio Licausi al basso).
Una scaletta che ha ripercorso la carriera di Pelù solista con qualche concessione al repertorio dei Litfiba, una bellissima “Il tempo di morire” di Lucio Battisti e un’energetica e coraggiosa versione de “Il Pescatore” del grande Fabrizio De André per un’ora e mezza di grande rock.
L’apertura è potenza pura con “Bene Bene Male Male” per poi proseguire con “Mille Uragani”, “Bomba Boomerang” e “Tutti Fenomeni”. È però “Io ci sarò” ad accendere l’entusiasmo della piazza. La bellissima “Viaggio” crea un’atmosfera magica.

domenica 29 luglio 2018

Gli Stadio e gli Statuto protagonisti al Blubar Festival 2018

Dopo il doppio concerto di Maurizio Vandelli e Shel Shapiro, e il rock di Willie Nile e Piero Pelù, prosegue la 15esima edizione del Blubar Festival, a Francavilla al Mare, in Piazza Sant'Alfonso.

Per la terza serata della rassegna, il 30 luglio, saliranno sul palco gli Statuto e gli Stadio.

I primi a suonare saranno gli Statuto, pronti a infiammare la platea con il loro travolgente ska. Sarà poi la volta del romanticismo degli Stadio.

venerdì 27 luglio 2018

Il “Warm Up Tour” di Piero Pelù fa tappa al Blubar Festival di Francavilla al Mare il 29 luglio

Marzo 1988: una data che non dimenticherò mai. Un amico di mio fratello mi presta una musicassetta, formato tanto in voga all'epoca, dicendomi di ascoltarla con grande attenzione: a suo parere quell'album era rivoluzionario e innovativo ... si trattava di “Litfiba 3”.
Rimasi folgorato: a me si aprì un mondo fino a quel momento ignoto, quello del rock indipendente italiano.
Da allora in poi la mia visione della musica cambiò grazie alla scoperta di una band favolosa della quale andai a riscoprire e comprare anche i primi lavori discografici (“Desaparecido”, “17 Re” e il live “Aprite i vostri occhi”). Mi affascinò il carisma unico e magnetico di un autentico “animale da palcoscenico”, Piero Pelù, che negli anni sarebbe poi diventato il dio del rock italiano, amatissimo dai giovani. I Litfiba proseguirono la loro carriera sfornando album eccezionali a partire dall'altro live “Pirata”, per poi avere anche la svolta commerciale, quella che li portò al successo di massa prima con “El Diablo” e successivamente con album dalle vendite fortunatissime come “Spirito”, “Mondi Sommersi” e “Infinito”.
La mia passione per loro non era affatto mutata nonostante la svolta commerciale, anzi era andata crescendo: tanti i concerti da me seguiti.
Nel 1999 la dolorosa separazione fra Ghigo Renzulli e Piero Pelù che aprì un vuoto incolmabile nel mio rapporto con il rock italiano. I Litfiba proseguirono con un nuovo cantante, Cabo, e una rinnovata line-up che sfornò altri grandi dischi (“Elettromacumba”, “Insidia” e “Essere o Sembrare”).

giovedì 26 luglio 2018

Assunta Menna Donne in Jazz Trio in concerto a Pescara

Venerdì 27 luglio torna l’Assunta Menna Donne in Jazz Trio che sarà in concerto presso Generi Alimentari Cicchelli a Pescara (inizio alle ore 21.00). Il trio di sole donne (Assunta Menna alla voce, Daniela Munda al pianoforte, Martina De Medio al contrabbasso) eseguirà un repertorio di standard jazz, bossanova e brani degli anni’40 e ’50 italiani e internazionali in un’atmosfera suggestiva e incantevole.
La serata si svolgerà nello spazio all’aperto lungo Via Trento in una delle strade più centrali del capoluogo adritico, in piena movida: sarà un nuovo ed imperdibile incontro fra musica elegante e buona cucina.
A Generi Alimentari Cicchelli la qualità del prodotto e i cibi prestigiosi ed unici sono i grandi protagonisti.
Dal suo negozio alimentare, Cicchelli ha creato anche un ristorante gourmet che è diventato un fiore all’occhiello del capoluogo adriatico dove spesso la cultura si incrocia con la cucina come in questa occasione del 27 luglio.

Per info e prenotazioni:
Generi Alimentari Cicchelli
Via Trento 84, Pescara.
085.2056970
Cena con menù alla carta

Gli anni ’60 rivivono con Shel Shapiro e Maurizio Vandelli al Blubar Festival

Il Blubar Festival di Francavilla al Mare è diventato un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona musica ed anche quest’anno il cartellone è di notevole spessore.
Dal 28 luglio all’1 agosto si alterneranno sul palco in Piazza Sant’Alfonso grandissimi nomi del panorama nazionale ed internazionale.
Si comincia il 28 luglio con una serata molto speciale: un doppio concerto dal sapore nostalgico per rivivere un’epoca assolutamente irripetibile, i magici anni’60.
Shel Shapiro e Maurizio Vandelli si esibiranno accompagnati dalla Grande Orchestra Sinfonica composta da 120 elementi e diretta dal Maestro Leonardo Quattrini.
Sarà l’occasione per riascoltare i successi di due gruppi che hanno fatto la storia della nostra musica, i Rokes e l’Equipe 84, dei quali Shapiro e Vandelli erano rispettivamente i leader, ma non solo. Ascolteremo sicuramente tante canzoni entrate nell'immaginario collettivo in una lunga serata che promette sin da ora emozioni forti.
Non è facile infatti che su un palco si ritrovino a suonare due giganti assoluti come Shel Shapiro e Maurizio Vandelli e non mancheranno sorprese magari con qualche bel duetto insieme.
Una sorta di sfida a due? No, semplicemente la voglia di condividere il palco e di regalare una serata unica al pubblico che, siamo sicuri, accorrerà in massa per rivedere questi due grandi interpreti. Shapiro e Vandelli non sono nuovi a queste esibizioni a due: nel 2016 fu stupenda la loro apparizione in televisione nella trasmissione Viva Mogol, ma, come detto, più volte i due si sono ritrovati sul palco e ora tornano a farlo proprio per il pubblico abruzzese al Blubar Festival.

mercoledì 25 luglio 2018

E' morto Sergio Marchionne, aveva 66 anni

E' morto all'ospedale di Zurigo, dove era ricoverato, Sergio Marchionne. L'ex ad di Fca aveva 66 anni ed era originario di Chieti. Ad annunciarlo è, in una nota, Exor, la holding della famiglia Agnelli. "Con grande tristezza Exor - si legge - ha appreso che Sergio Marchionne è mancato".

"E' accaduto, purtroppo, quello che temevamo. Sergio, l'uomo e l'amico, se n'è andato", scrive John Elkann, il presidente di Exor. "Penso che il miglior modo per onorare la sua memoria sia far tesoro dell'esempio che ci ha lasciato, coltivare quei valori di umanità, responsabilità e apertura mentale di cui è sempre stato il più convinto promotore - aggiunge - Io e la mia famiglia gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto e siamo vicini a Manuela e ai figli Alessio e Tyler. Rinnovo l'invito a rispettare la privacy della famiglia di Sergio".

Rimandato lo spettacolo "Il Cotto e il Crudo" con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

Lo staff di Estatica rende noto che lo spettacolo "Il Cotto e il Crudo" con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo (in programma per domani, giovedì 26 luglio alle 21.30 al Porto Turistico Marina di Pescara) è stato rimandato causa impegni imprevisti e improrogabili degli artisti coinvolti.
A comunicarlo è l’agenzia romana Sold Out srl. Telefono 06/87809638.
Lo spettacolo è rinviato a data da destinarsi.
Per coloro che avevano acquistato un biglietto presso i punti vendita convenzionati, è possibile richiedere fisicamente un rimborso presso gli stessi da 27 luglio all’8 agosto prossimi.
Per chi invece aveva optato per l’acquisto online, sarà la stessa CiaoTickets a provvedere con il versamento della cifra sulla carta utilizzata.
Si legge infatti nelle FAQ del sito www.ciaotickets.com: “Se l'evento viene annullato l'importo d'acquisto sarà stornato automaticamente. L'importo stornato tornerà disponibile sul saldo contabile della carta di credito utilizzata entro 15 giorni lavorativi a decorrere dalla data di annullo acquisto. Note Bene: Le tempistiche di accredito dell'importo stornato dipendono dagli istituti di credito coinvolti”.
Appuntamento dunque per gli altri eventi previsti, a partire da dopodomani venerdì 27 luglio con il Summer Country Western (fino a domenica 29).
A seguire, mercoledì 1 agosto, spazio alla prima delle 4 serate firmate CINEStatica, in collaborazione con i Premi Flaiano.

A Vasto torna il Siren Festival

Torna l’appuntamento con il Siren Festival a Vasto dal 26 al 29 luglio.
Per la quinta edizione ancora una volta un grande cast: Public Image Ltd (P.i.L.), Cosmo, Slowdive, 2manydjs, Deus, Lali Puna, Mouse on Mars, Bud Spencer Blues Explosion, Colapesce, Ryley Walker, Toy, Rodrigo Amarante, Neil Halstead, Ivreatronic, Amari, Myss Keta, Rainband, Annabel Allum, Spielbergs, Vanarin, Mesa, Germanò.
Negli ultimi giorni la classica ciliegina sulla torta con la notizia dell’aggiunta di Nic Cester, leader dei Jet, che proporrà al pubblico abruzzese il suo album solista “Sugar Rush”.
Il Siren Festival ha visto negli anni arrivare a Vasto nomi di spicco del panorama nazionale ed internazionale della musica diventando così uno dei festival più importanti d’Europa.
A contribuire al suo successo la suggestiva e meravigliosa cornice di una città affacciata sul mare ormai uno dei punti di ritrovo della movida estiva non solo abruzzese ma di tutto il Centro Italia.
Le sue spiagge, i caratteristici vicoli del centro, le piazze, il suoi luoghi storici ed i bellissimi giardini hanno reso Vasto una delle città più frequentate della costa.
Il Siren Festival è sinonimo non solo di concerti, ma di un vero e proprio happening: quattro giorni di ottima musica, cinque palchi, oltre trenta djset, ma anche degustazioni, arte, divertimento, relax, ottimo cibo e mare.

martedì 24 luglio 2018

Montesilvano e 5 Comuni insieme per "Comunicare per Proteggere"

Si chiama “Conoscere per Comunicare” il progetto redatto dal Comune di Montesilvano, in partenariato con i Comuni di Penne, Loreto Aprutino, Farindola, Picciano, Montebello di Bertona, che ha ottenuto il finanziamento del bando regionale “Comunicare per Proteggere”, dedicato alla comunicazione in caso di emergenze o calamità, volto a supportare i Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, nell’ambito dei processi comunicativi relativi a eventi calamitosi. Montesilvano ha presentato, in qualità di Ente capofila, il progetto, insieme agli altri 5 Comuni, che ha ottenuto il finanziamento di 100.000 euro.

«Siamo molto soddisfatti di aver ottenuto il finanziamento - afferma il sindaco Francesco Maragno - che ci consente di potenziare ulteriormente le iniziative comunicative emergenziali su cui il nostro Comune lavora da tempo. Con il progetto attiveremo una App che ci permetterà di comunicare informazioni utili agli utenti, ma al tempo stesso di gestire le segnalazioni provenienti dal territorio, valutarne l’attendibilità e assegnarne la priorità. Questa App, che dialogherà con il sistema regionale Allarmeteo, andrà quindi ad affiancarsi al nostro sistema Montesilvano Informa. Molto importante sarà l’attenzione posta sulle informazioni di prevenzione. Non a caso abbiamo scelto di chiamare il progetto “Conoscere per Comunicare”, proprio perché convinti che una popolazione adeguatamente formata e informata facilita notevolmente la gestione delle emergenze stesse». 

Il progetto riguarda l’insieme dei 6 Comuni, per un totale di circa 75.000 abitanti su un’area estesa dal litorale adriatico sino alle pendici del Gran Sasso, in un contesto territoriale che, ha come comuni denominatori la direttrice “Vestina” che da Farindola e Montebello di Bertona ha il suo naturale sbocco al litorale giungendo in territorio di Montesilvano e il corso d’acqua del fiume Saline che vede uno dei suoi due immissari, il fiume Tavo, prendere corpo nel bacino idrografico dell’alta area Vestina. Il progetto intende raggiungere la più ampia fascia di popolazione interessata, fornendo elementi conoscitivi in materia di protezione civile in varie forme.

lunedì 23 luglio 2018

Pupi Avati inizia le riprese de

Doppia presentazione per il romanzo thriller "Frantic" di Marco Tiberio

Doppia presentazione in Provincia di Chieti e in Provincia di Teramo per il romanzo thriller “Frantic” (One Group Edizioni), scritto da Marco Tiberio, imprenditore abruzzese del settore sportivo – ristorativo.
A seguire ci sarà un intrattenimento musicale.
La prima presentazione di “Frantic” ci sarà a Francavilla al Mare, giovedì 26 luglio, presso il Tikitaka Village, dalle 21.30 alle 22.30. Questo evento francavillese è coordinato dal giornalista Paolo Ferri. Saranno ospiti l’autore Marco Tiberio, l’editrice Francesca Pompa di One Group, l’illustratore Fabiano Noli, il giornalista freelance Cristiano Vignali, il docente e consigliere comunale Mario Gallo e verrà dedicato uno spazio alla lettura di alcuni brani a cura di Mara Di Bartolomeo e Anna Cellini dell’associazione Teatro In Corso. A seguire si esibirà dal vivo il gruppo musicale dei MILF e la serata continuerà in compagnia del DJ Zazzarock.
La seconda presentazione di “Frantic”, sarà a Tortoreto, presso lo Chalet La Sirenetta, venerdì 27 luglio a partire dalle ore 21.00, fino alle 23.00. Coordina l’evento il giornalista freelance Cristiano Vignali. Saranno ospiti l’autore Marco Tiberio, l’editrice Francesca Pompa di One Group, il giornalista Paolo Ferri, l’illustratore Fabiano Noli, l’Arch Alessadro “Fango” Pizzingrilli e verrà dedicato uno spazio alla letteratura interpretativa di alcuni brani a cura di Martina Patriarca.
A seguire si esibiranno dal vivo gli Aikira.

Grandissima attesa per il concerto di Pat Metheny a Pescara

Grandissima attesa per il ritorno a Pescara dopo otto anni di uno degli artisti più amati dal capoluogo adriatico, Pat Metheny: il grande chitarrista sarà in concerto il 24 luglio al Teatro D’Annunzio di Pescara. L’evento è inserito all’interno del PeFest nel cartellone del Pescara Jazz fuori abbonamento ed è promosso dall’Ente Manifestazioni Pescaresi in collaborazione con Alhena Entertainment e Ventidieci. Ancora disponibili gli ultimissimi biglietti per assistere ad un grandissimo spettacolo.
Ad accompagnare Pat Metheny sarà una formazione di assoluta eccellenza: il suo storico batterista Antonio Sanchez, la giovane bassista malesiana Linda May Han Oh ed il pianista inglese Gwilym Simcock.
Metheny descrive così Antonio Sanchez: "Antonio è sempre incredibile. È uno dei più grandi batteristi di tutti i tempi e il fatto che siamo stati in grado di condividere tanta musica insieme in questi anni è qualcosa di veramente speciale per entrambi. Pat continua dicendo:” Ha la capacità di ascoltare ed essere dentro la musica con un'intensità unica".
La bassista malese / australiano Linda May Han Oh è stata estremamente attiva sulla scena newyorkese negli ultimi anni, suonando con molti dei maggiori musicisti della scena locale.
Continua Metheny: “La prima volta che ho ascoltato Linda è immediatamente entrata in cima alla mia lista di candidati. Lei ha tutto ciò che ho sempre cercato: oltre ad avere tanta fantasia, ha la grande capacità comunicativa di interagire non solo agli altri musicisti, ma anche al pubblico”.

Il 25 la conferenza stampa di presentazione dell'A.C.D. Sant'Anna Calcio Chieti

Mercoledì 25 luglio 2018 alle ore 11.00, si terrà presso la sede dell'A.C.D. Sant'Anna Calcio Chieti in Via Alessandro Valignani (nei pressi di Piazza Sant'Anna), una conferenza stampa per presentare agli Sportivi e Cittadini di Chieti la nuova Società, militante nel campionato di Promozione.
Alla conferenza stampa parteciperanno il Presidente Cristian Perilli, il Vice Presidente Dario Orsini, il Direttore Generale Vincenzo Ginefra, il Direttore Tecnico Enio Di Marzio, il Responsabile Settore Giovanile Alessio Peca, l'Allenatore Prima Squadra Roberto Santarelli, il Responsabile Tecnico Scuola Calcio Emanuele Di Meo, gli Allenatori Juniores e Allievi, Di Matteo e D'Alanno.
A tal proposito ha dichiarato il Presidente Cristian Perilli: “Dopo 41 anni il Sant'Anna ha conquistato il campionato di Promozione e da parte nostra c'è molta soddisfazione per aver centrato questo importante traguardo, a cui si aggiunge la vittoria del campionato regionale juniores. Noi siamo una piccola realtà che cercherà di ben figurare anche in Promozione, campionato dove ci sono squadre più blasonate che partono favorite. A tal fine, ci stiamo già muovendo per allestire una buona squadra, anche se partiamo con ritardo a causa della coda degli spareggi che abbiamo dovuto disputare per salire di categoria".

sabato 14 luglio 2018

Iniziata la nuova stagione del Torrentismo a Palena

Iniziata già con grandi numeri la nuova stagione del Torrentismo a Palena, uno dei centri turistici più belli della provincia di Chieti.
Dopo lo strepitoso successo riscontrato nell’estate 2017 (superate le 1000 presenze sul Fiume Aventino) saranno mesi di grande sport per gli appassionati di quello che si avvia sin da ora a diventare senza ombra di dubbio uno dei maggiori fenomeni dell’estate 2018. “Abruzzo Adventures” cura questo secondo anno di Torrentismo nel segno dello spirito di un’avventura a contatto con la natura e lo splendido paesaggio della nostra regione, in particolare quello di Palena.
Il Torrentismo è nato nel 2012 da un’intuizione di due amici Domenico Rattenni e Luca Di Cino vogliosi di valorizzare ancor di più il territorio di Palena con l’associazione Alto Aventino (APT).
Il Torrentismo è uno sport outdoor praticato tra giugno e fine ottobre a corpo libero saltando cascate e nuotando nelle pozze alla ricerca di adrenalina. Il percorso si svolge in un tratto di un 1 km nel Fiume Aventino nel comune di Palena. L'attività è adatta a persone di età dai 10 anni in su.

All'Aurum di Pescara un concerto per celebrare i 45 anni di "The Dark side of the moon" dei Pink Floyd

E’ in programma domenica 15 luglio all’Aurum di Pescara, nell’ambito di “Solstizio/Equinozio Aurum-Festival”, il tributo ai Pink Floyd dei Terzacorsia.

Alle 21,15, in piazzale Michelucci, Gianluca Di Febo e la sua band si esibiranno in un concerto dedicato alla celebre band britannica e ai 45 anni dall’uscita dell’album “The Dark Side of the Moon”.

“Durante la prima parte del concerto eseguiremo brani tratti dai vari album della band”, spiega Di Febo. “La seconda parte sarà, invece, incentrata sull'esecuzione integrale del disco The Dark Side of the Moon. Sarà un concerto di due ore con una scenografia esclusiva per la serata, arricchita dallo scenario del piazzale dell’Aurum”. Il concerto aprirà il tour estivo della band.

martedì 10 luglio 2018

Presentata la Teate Basket Chieti

Finalmente ci siamo! Con questo motto, la Teate Basket Chieti si è presentata, ieri pomeriggio alle ore 18, presso la Sala consiliare della Provincia davanti a una platea gremita.
Tanti i tifosi accorsi ai nastri di partenza di questa nuova Società sportiva, richiamati dalla curiosità di scoprire tutte le novità in vista del ritorno in Serie B per la stagione ventura. Importante anche la presenza degli organi stampa dell’intera regione, a dimostrazione dell’interesse che questa nuova realtà sportiva sta suscitando. Con l’ineccepibile regia del giornalista Enrico Giancarli, la presentazione è stata aperta dall’intervento del sindaco Umberto Di Primio il quale “in virtù dell’amicizia longeva con Massimiliano Del Conte e Gabriele Marchesani” ha dichiarato di “essere assolutamente interessato ad un progetto oculato e ponderato, motivo per il quale la Teate Basket avrà il sostegno delle istituzioni”. Entusiasta del ritorno di Chieti ad alti livelli, anche il Presidente della FIP Abruzzo Francesco Di Girolamo ha espresso parole al miele per la nuova realtà sportiva: “Questa Società è il frutto di un anno di lavoro e di programmazione, per cui sono estremamente contento per la riuscita del progetto. In merito all'acquisizione di un titolo sportivo, ci sono sempre pareri discordanti ma io ritengo che sia più che positivo perché realtà storiche che hanno dato tanto alla pallacanestro come Chieti non possono finire nei campionati minori. A livello federale, inoltre, siamo soddisfatti perché per la prossima stagione avremo di nuovo quattro derby!”.

"Colours in Jazz: la pittura incontra la musica a Chieti il 13 luglio

Venerdì 13 luglio al Gran Caffè Vittoria di Chieti (Corso Marrucino, 89) si svolgerà “Colours in Jazz. La pittura incontra la musica” (inizio ore 20.30). La serata si svolgerà in concomitanza della Settimana Mozartiana.
Una doppia emozione sensoriale: visiva con le opere della pittrice teatina Paola Santilli e musicale con l’Assunta Menna Stardust Jazz Quartet (Assunta Menna alla voce, Claudio D’Amato al pianoforte, Paolo Trivellone al contrabbasso, Paolo Pandolfi alla batteria).
Il quartetto eseguirà i brani di bossanova e soprattutto quelli tratti dal disco fresco di uscita “Laura” (uscito per la Spray Records e prodotto da Belfino De Leonardis) che sono standard dagli anni ’20 ai ’40 riarrangiati in maniera raffinata ed elegante da Paolo Trivellone.
Come detto, la pittura incontrerà la musica: la musica dell’Assunta Menna Stardust Jazz Quartet farà da colonna sonora alla pittrice Paola Santilli, nonché pediatra conosciutissima e di grande esperienza, che nelle sue opere porta il proprio stile ad un livello di ricerca del colore della forma in cui la forza espressiva non è più solo nella rappresentazione della figura umana, ma nella interazione energetica tra forma e colore raggiungendo valori compositivi assolutamente convincenti. Cena + Concerto 20€
Per info e prenotazioni: 0871.330844

Posticipato all'8 e 9 settembre l'evento Expecto Patronum

L’organizzazione dell'Expecto Patronum, inizialmente previsto il 14 e 15 luglio, annuncia il posticipo dell’evento, per motivi tecnico-logistici, ai prossimi 8 e 9 settembre.
Si comunica che, per coloro che avessero già prenotato, resterà valido il biglietto per le nuove date e a loro sarà assegnato un premio aggiuntivo che sarà annunciato a breve sul sito www.wiks.it.
Per coloro che invece volessero avere il rimborso si potranno rivolgere all’indirizzo mail ordini@wiks.it a partire dal 20 luglio.
Si rende noto inoltre che dal 15 luglio i biglietti per l’evento Expecto Patronum per le nuove date dell’8 e 9 settembre saranno disponibili anche nei punti vendita e sulla piattaforma Ciaotickets.
L’organizzazione si scusa per il rinvio e dà appuntamento all'8 e 9 settembre per una due giorni nel segno di Harry Potter, il maghetto più famoso del mondo.
Il programma resterà invariato e rispetterà fedelmente quello previsto inizialmente.

mercoledì 4 luglio 2018

Conservatorio D'Annunzio: successo per il Pescara Percussion Fest

Concerti, seminari, masterclass. Grande riscontro di pubblico per la prima edizione del Pescara Percussion Fest.
La kermesse, organizzata dall’associazione culturale Italy Percussive Arts Society, presieduta dal maestro Antonio Santangelo, in collaborazione con il Conservatorio, ha portato in città noti nomi dell’universo delle percussioni. L’iniziativa è stata ospitata dal Conservatorio lo scorso fine settimana. Tre giorni intensi in cui allievi interni ed esterni hanno partecipato alle masterclass tenute da docenti come Anne-Julie Caron, Alessandro Svampa e Pasquale Cristoforo. Molto apprezzati e seguiti da un numeroso pubblico, i tre concerti serali.
Il concerto di apertura ha visto protagonisti tre giovani percussionisti del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo: il 12 Percussion trio, formato da Gioele Balestrini, Ludovico Venturini e Luca Ventura, che hanno mostrato, in musica, il percorso evolutivo delle percussioni.
Protagonista del secondo concerto, il SinfonicamenteDuo, con Stefano Delle Donne (violino) e Claudio Santangelo (marimba): una fusione di due strumenti apparentemente molto lontani tra di loro. Gran finale con l’esibizione dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio, diretta dal maestro Roberto Molinelli, con i solisti Anna Serova (viola) e Claudio Santangelo (marimba), nel doppio ruolo di compositore ed esecutore.
"L’obiettivo che mi prefiggo da molti anni è di trasmettere la passione per gli strumenti a percussione che, ancora oggi, non tutti conoscono nella loro completezza e varietà. Da 30 anni organizzo eventi dedicati a questi strumenti. E’ così che tanti giovani musicisti vengono in contatto tra loro arricchendo il bagaglio culturale con lo scambio di esperienze umane e artistiche” dichiara Antonio Santangelo. “Il bilancio di questa prima edizione è stato molto positivo, con una grande partecipazione di pubblico, che ha apprezzato l’iniziativa. Ringraziamo gli organi istituzionali del Conservatorio di Pescara e il direttore Alfonso Patriarca che ha creduto in questa novità per l’istituto e la città di Pescara”.