sabato 31 agosto 2019

Terremoto, Berlusconi: "Il ritardo accumulato non è da Paese civile"

"A Conte abbiamo sottoposto le nostre priorità programmatiche a partire dall'emergenza terremoto. il ritardo accumulato non è da Paesi civili. Il futuro governo, se nascerà, ha il dovere morale di dare risposte concrete alle popolazioni colpite". Lo ha dichiarato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

"Noi per un anno e mezzo avevamo sospeso ogni prelievo fiscale e contributivo. Avevamo ridotto ogni imposta del 40% e lavorato per dare un tetto stabile, sicuro, confortevole a chi aveva perso la casa e per avviare la ricostruzione. Quella stessa ricostruzione che i successivi governi della sinistra hanno lasciato impantanare. Quanto accade oggi in Italia, nell'Italia colpita dal terremoto, è dolorosamente evidente". Così Berlusconi su Tgcom24 nel giugno 2017.

"Noi - ha proseguito - avevamo abolito sia le imposte sulla casa, sia quelle sulle donazioni, sia quelle sulle successioni per tutti italiani. Ci è sempre apparso come immorale e inaccettabile mettere le mani anche su quel gruzzolo che un padre e una madre abbiano messo da parte dopo una vita di lavoro e che intendano lasciare ai propri figli e ai propri nipoti. Su quel gruzzolo lo stato mette già le sue mani al momento della realizzazione dei loro guadagni. Questo vale a maggior ragione per coloro che sono stati colpiti dal terremoto".

"Ho ricevuto un messaggio questa mattina di una sopravvissuta al terremoto di Amatrice. Questo messaggio dice: nulla di concreto è ancora stato fatto, le nostre case sventrate sono ancora lì insieme alle macerie. Molti anziani malati non sanno dove andare. Parlando con amici agricoltori che sono ancora in container, non in casette come altri vogliono far credere, mi è stato detto che il lavoro svolto da Lei e da Bertolaso all'Aquila è stato veramente eccezionale, assolutamente non confrontabile con il nulla che questo governo ha svolto qui da noi", ha concluso Berlusconi.

lunedì 12 agosto 2019

Il Prog anni ’70 protagonista di una serata epocale a Francavilla al Mare


Il Blubar Festival di Francavilla al Mare ha chiuso la sua sedicesima edizione con numeri record: la risposta del pubblico è stata strepitosa in ognuna delle quattro serate andate in scena sul palco di Piazza Sant’Alfonso.

La scelta di dare spazio a generi musicali diversi fra loro alla vigilia era sembrato un azzardo invece si è rivelata una scommessa vinta alla grande dagli organizzatori.
La serata inaugurale “Prog Italia Collection Party”, dello scorso 7 agosto, rimarrà un avvenimento epocale che ha segnato per sempre la storia del Prog Italiano.

sabato 10 agosto 2019

Si conclude la sedicesima edizione del Blubar Festival con Bohemian Symphony The Queen Orchestra


Il Blubar Festival di Francavilla si conclude oggi (10 agosto) con una serata decisamente da non perdere: la Bohemian Symphony Orchestra - The Queen Orchestra, ensemble di 40 artisti, riproporrà i più grandi successi della leggendaria band di Freddie Mercury.
Un omaggio unico e particolare: sarà una vera e propria opera rock per voci ed orchestra, due ore di grande musica e spettacolo nel quale la musica sinfonica sarà accompagnata da proiezioni video e live camera show.

Un narratore, quattro cantanti, una rock band, acrobati e soprattutto un’Orchestra Sinfonica ripercorreranno la lunga carriera dei Queen, uno di gruppi che più ha segnato la storia del rock mondiale. “Bohemian Symphony” è stato scritto da Giacomo Vitullo e diretto dal maestro Luca Bagagli.

venerdì 9 agosto 2019

Terza serata al Blubar Festival di Francavilla al Mare con Roberto Vecchioni e Francesco Baccini

Dopo il grande successo di pubblico delle prime due serate, il Blubar Festival di Francavilla al Mare oggi 9 agosto ospiterà un altro doppio evento dedicato alla Canzone d’Autore Italiana. Sul palco di Piazza Sant’Alfonso saliranno prima Francesco Baccini e poi Roberto Vecchioni.

Cantautore molto originale, irriverente ed istrionico della scuola genovese, Francesco Baccini esordisce discograficamente nel 1989 con l’album “Cartoons” vincendo subito la Targa Tenco. Il suo secondo lavoro, “Il pianoforte non è il mio forte”, contenente il singolo “Le donne di Modena”, lo proietta ancora di più all’attenzione di critica e pubblico. Nel 1990 vince il Festivalbar in coppia con i Ladri di Biciclette grazie alla celeberrima “Sotto questo sole”.

Nel 1992 pubblica il suo lavoro più forte e particolare, “Nomi e Cognomi” che diventa un grandissimo successo commerciale grazie anche alla sua sferzante satira politica e all’ironia con la quale i vari personaggi nominati nel disco vengono trattati. Nel 1993 è la volta di un altro bellissimo disco, “Nudo” che contiene uno dei classici del repertorio di Baccini, “Ho voglia di innamorarmi”. Il cantautore ligure consolida poi la sua fama e popolarità grazie a lavori di ottima fattura quali “Baccini a Colori” (1996), “Nostra Signora degli Autogrill” (1999), “Forza Francesco!”(2001), “Stasera a Teatro!” (2005), “Fra .. gi .. le” (2006).

Nel 2007 esce “Dalla parte di Caino”, che ottiene la menzione speciale per il valor musical-letterario al Premio Lunezia. Nel 2008 nasce la collaborazione con Povia che porta al progetto “Uniti”, singolo e video clip contenuti in un mini album. I due pubblicano insieme anche l’album “Uniti duemilacinqueduemilaotto”. È però “Baccini canta Tenco” a riportare Francesco Baccini agli albori degli esordi: con il disco vince infatti la sua seconda Targa Tenco e di nuovo il Premio Lunezia. Il cantautore fa rivivere le magiche atmosfere di Luigi Tenco con grande maestria sia nel disco che nel tour dal quale esso è tratto e pubblico e critica lo premiano.

giovedì 8 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare: seconda serata con Peppino Di Capri e Sergio Caputo

Prima delle due serate dedicate al cantautorato italiano oggi, 8 agosto, al Blubar di  Francavilla al Mare: sul palco di Piazza Sant’Alfonso saliranno Sergio Caputo e Peppino Di Capri.
Due mondi musicali sicuramente diversi fra loro, ma che racchiudono pagine importantissime della storia della nostra musica.
Sergio Caputo è uno dei più originali e istrionici cantautori degli ultimi decenni. Il grande successo per lui arriva con l’album “Sabato Italiano” nel 1983, bissato poi l’anno successivo da “Italiani Mambo” vero tormentone estivo. Dopo la pubblicazione di “No Smoking” giunge puntuale anche il suo primo disco live “Ne approfitto per fare un po’ di musica” che lo riporta ancora una volta in vetta alle classifiche grazie anche al singolo “Il Garibaldi innamorato”  con il quale partecipa al Festival di Sanremo. Nel 1988 esce “Storie di whisky andati” contenente “Non bevo più tequila”.

mercoledì 7 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare, prima serata nel segno del Prog

Parte oggi (7 agosto) a Francavilla al Mare la sedicesima edizione del Blubar Festival, e sarà un inizio col botto con una serata imperdibile per gli appassionati della buona musica. “Prog Italia Collection Party”: il nome già la dice tutta su quello che sarà il concerto.

Sul palco, accompagnati da una grande Orchestra Sinfonica diretta dal Maestro Leonardo Quadrini, saliranno gli eroi del Prog Italiano degli Anni ‘70, tutti quelli che hanno scritto la storia di un periodo d’oro ed irripetibile per la nostra musica che veniva esportata anche nel mondo da maestri assoluti del genere che si ritroveranno insieme questa sera a Francavilla al Mare per un evento definito, nella conferenza stampa di presentazione, unico nel suo genere in Italia e forse anche in Europa.

In una sola sera proporranno i loro cavalli di battaglia:
  • Vittorio De Scalzi, fondatore dei New Trolls
  • Bernardo Lanzetti, nella PFM dal 1975 al 1978 e poi negli Acqua Fragile
  • Filippo Destrieri, storico musicista di Franco Battiato
  • Aldo Tagliapietra, voce storica de Le Orme
  • Patrizio Fariselli degli Area
  • Lino Vairetti degli Osanna
  • Enzo Vita del Rovescio della Medaglia 
  • Paolo Sentinelli con un omaggio all’indimenticabile voce del Banco del Mutuo Soccorso, Francesco Di Giacomo
All’interno della serata ci sarà anche un altro omaggio al grande maestro e Premio Oscar Luis Bacalov. Il direttore di Prog Italia, Guido Bellachioma, ha parlato di “Festival nel Festival” ed è proprio vero: ritrovare tanti grandi nomi del Prog italiano e mondiale su uno stesso palco non è cosa da tutti i giorni, e succederà proprio a Francavilla al Mare. Siamo sicuri che sarà un live indimenticabile che farà a lungo parlare di sé.

Piero Vittoria

lunedì 5 agosto 2019

Blubar Festival a Francavilla al Mare: presentata la sedicesima edizione che si terrà dal 7 all’11 agosto

di Piero Vittoria

Presentata stamane a Francavilla al Mare la sedicesima edizione del Blubar Festival. Come ogni anno ricchissimo il programma che si svolgerà dal 7 all’11 agosto in Piazza Sant’Alfonso.
La serata inaugurale del 7, “Prog Collection Party”, già dal nome focalizza l’attenzione degli appassionati del genere: saranno sul palco gli eroi dell’irripetibile epoca d’oro del Prog Rock italiano degli Anni ’70, da Vittorio De Scalzi dei New Trolls, a Bernardo Lanzetti nella PFm dal 1975 al 1978 e Acqua Fragile, Filippo Destrieri, storico musicista di Franco Battiato, Aldo Tagliapietra voce storica de Le Orme, Patrizio Fariselli degli Area, Lino Vairetti degli Osanna, Enzo Vita del Rovescio della Medaglia e Paolo Sentinelli con un omaggio all’indimenticabile voce del Banco del Mutuo Soccorso, Francesco Di Giacomo. All’interno della serata anche un omaggio a Luis Bacalov.

L’8 sarà la volta della Canzone d’Autore: prima si esibirà Sergio Caputo, a lungo corteggiato dagli organizzatori del Blubar Festival, e poi il grande Peppino Di Capri.
Ancora Canzone d’Autore il 9 agosto con altri due grandi nomi, l’istrionico e irriverente Francesco Baccini e il Professore Roberto Vecchioni.
Il 10 si chiude con un concerto interamente dedicato alla musica dei Queen: la leggendaria band del mai dimenticato Freddie Mercury sta vivendo una nuova stagione d’oro grazie al film biopic campione d’incassi,“Bohemian Rhapsody”, che ne ha rilanciato le vendite e la popolarità in tutto il mondo.
Sul palco saliranno una grande orchestra, quattro cantanti ed un gruppo rock che faranno rivivere la magia dei Queen.

Entusiasta di questa edizione Maurizio Rapino, mente e anima del Blubar Festival da sempre.